Vedi Messaggi | Scrivi Messaggio

Ci sono 2975 messaggi in 298 pagina/e

15/09/2012 08:20:09 Voto:
Siamo come dei libri....
La maggior parte della gente vede solo la copertina....
Nel miglior dei casi legge solo l'introduzione.....Molti si affidano alle critiche degli altri....Ma la cosa certa che ben pochi di loro conoscono davvero la Nostra Storia!
carmela  IP:93.43.144.196 http://

14/09/2012 12:01:22 Voto:




quando parlo di lamentela parlo di qualunque cosa, perchè noi ci lamentiamo in continuazione. ci lamentiamo se piove, se fa troppo caldo, se c'è traffico, se non troviamo parcheggio, se c'è troppo da lavorare, se non troviamo lavoro, se la paga è insufficiente...Ci lamentiamo dei colleghi, del capo, dei dipendenti, del partner, di nostro figlio, dei nostri genitori, degli extracomunitari, dei razz
isti, di quelli che arrivano in ritardo, di quelli che sono troppo precisi, del commesso che ci ha trattato male, del meccanico, che ci ha rubato i soldi...Ci lamentiamo dei governi che nascondono la verità, del Nuovo Ordine Mondiale, degli alieni, del sistema sanitario, dei banchieri...

questa è la nostra vita: una lamentela continua che ci costringe ad attirare vibratoriamente proprio quelle situazioni che ci danno più fastidio, in quanto nel mettere attenzione su di esse forniamo loro ulteriore energia, materializzandole nella nostra vita. NOI SIAMO DOLORI CHE VAGANO IN CERCA DI UNA CAUSA. sto dicendo che viviamo in uno stato di perpetua insoddisfazione interiore e come conseguenza trascorriamo la vita attribuendo a cause esterne la nostra insoddisfazione, attraverso l'uso costante della lamentela. se volete cambiare radicalmente la vostra vita, alzatevi una mattina e dite:" OGGI NON VOGLIO LAMENTARMI DI NULLA". ci riuscirete? no. ma riuscirete a vedere che vi lamentate in continuazione. riprovate il giorno dopo...e quello dopo...e quello dopo ancora. per mesi. per anni, se necessario. i risultati sono impagabili, tutta la vostra vita verrà trasformata: il lavoro, il denaro, l'amore di coppia, il rapporto con i figli...
salvatore brizzi - la sconfitta di cronos (pag 87/88)
(il maiuscolo è mio, non dell'autore)





grazie  IP:93.43.158.54 http://

13/09/2012 09:03:24 Voto:
"Se la vita interiore è nulla,
per quanto si abbia zelo,
buone intenzioni e tanto lavoro…
i frutti sono nulli.""

Charles De Foucauld
buona giornata e buon lavoro  IP:79.22.32.75 http://

12/09/2012 08:03:47 Voto:
Non abbuffarti da solo. Fai sedere gli altri al banchetto della vita. Ma con te. Forse la gente ha più bisogno di una tovaglia di convivialità che del pane che ci sta sopra".
don tonino vescovo  IP:93.43.173.15 http://

11/09/2012 09:41:02 Voto:
Giovanni Paolo II, nella Novo millenium ineunte, n. 16, scriveva:

<<Come quei pellegrini di duemila anni fa [Gv.12,21], gli uomini del nostro tempo, magari non sempre consapevolmente, chiedono ai credenti di oggi non solo di "parlare" di Cristo ma in certo senso di farlo loro "vedere".

E non è forse compito della Chiesa riflettere la luce di Cristo in ogni epoca della storia, farne risplendere il volto anche davanti alle generazioni del nuovo millennio?>>
Giovanni Paolo II  IP:79.22.32.75 http://

08/09/2012 07:48:34 Voto:
.....è il giorno in cui il Creatore dell'universo ha costruito il suo tempio, oggi il giorno in cui, per un progetto stupendo, la creatura diventa la dimora prescelta del Creatore.

[S.Andrea,Vescovo, Discorsi]
Natività della Beata Vergine Maria  IP:79.35.74.23 http://

07/09/2012 19:33:39 Voto:
Un'altra precisazione.
Quando uno di noi, negli anni giovanili, lasciava il Seminario e ritornava in famiglia lo chiamavano "traditore".

Ma di che?

Della vocazione religiosa.

La parola "tradimento" era all'ordine del giorno, perchè i casi erano frequenti.

Ma quando si può dire che l'individuo maturi la decisione della sua vocazione. A che età?

Io non lo so. Perchè ognuno di noi ha i suoi tempi che non possono essere forzati dall'esterno.
Nessuno fuori di noi può e deve forzare la nostra volontà.

La vocazione religiosa, come ogni altra vocazione, è un atto unico della nostra libertà di scelta.

[Padre MATTEO da SANNICANDRO, Io Giuda Iscariota Zelota, Bari 2012]
Padre Matteo da Sannicandro  IP:79.33.74.240 http://

06/09/2012 08:31:40 Voto:
P. Pasquale Rywalsky: «Vi auguro, fratelli, di scoprire che il Terz’Ordine Secolare non è costituito di fratelli e sorelle di terza classe, bensì che esso vive, al suo livello secolare, il carisma di San Francesco in parte uguale con le nostre care suore e con noi stessi. Senza questa dimensione laica francescana, il corpo vivente della nostra spiritualità resterebbe zoppo o come amputato di un membro che gli è essenziale».: «Vi auguro, fratelli, di scoprire che il Terz’Ordine Secolare non è costituito di fratelli e sorelle di terza classe, bensì che esso vive, al suo livello secolare, il carisma di San Francesco in parte uguale con le nostre care suore e con noi stessi. Senza questa dimensione laica francescana, il corpo vivente della nostra spiritualità resterebbe zoppo o come amputato di un membro che gli è essenziale».
P. Pasquale Rywalsky  IP:93.43.151.209 http://

04/09/2012 08:46:25 Voto:
"L'angoscia del profeta"

Mi hai sedotto, Signore, e io mi sono lasciato sedurre;
mi hai fatto forza e hai prevalso.
Sono diventato oggetto di scherno ogni giorno;
ognuno si fa beffe di me.
Quando parlo, devo gridare,
devo proclamare: «Violenza! Oppressione!».
Così la parola del Signore è diventata per me
motivo di obbrobrio e di scherno ogni giorno.
Mi dicevo: «Non penserò più a lui,
non parlerò più in suo nome!».
Ma nel mio cuore c'era come un fuoco ardente,
chiuso nelle mie ossa;
mi sforzavo di contenerlo,
ma non potevo.
Dal libro del profeta Geremia  IP:79.37.75.38 http://

02/09/2012 10:12:53 Voto:

Poi si è levato in piedi
il Cardinale Carlo Maria Martini,
questo interprete misericordioso
della sollecitudo rei meridionalis, il quale
ha fatto l'esegesi della parola dei poveri.

E ha scandito, con accenti di antico profeta
le tensioni etiche che caratterizzano
da tempo il suo magistero episcopale......
..................................................

Le parole dell'Arcivescovo scendevano
ora portatrici di incoraggiamento,
ora gravide di speranza e di progetti,
ora fiere come scoperto rimprovero,
sull'uditorio composito,
che forse si era riunito per un incontro
innocuo perchè festoso e che, invece,
si vedeva strattonato
per una radicale conversione
alla cultura dell'accoglienza cristiana.

E quando tacque, mi lasciò pensoso
di pensieri più forti e più soavi.

(don Tonino Bello)
....insieme per l'eternità!  IP:93.43.149.167 http://

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298

Developed by: ASPJar.com